Si ricomincia! Suggerimenti per gli esami

di Maria Giovanna Napoletano 29/08/2012

Sta per avere inizio un nuovo anno scolastico ed un nuovo anno accademico per gli studenti universitari. Già da settembre inizierà la nuova sessione d’esame e nel prossimo mese di giugno i maturandi dovranno sostenere una delle verifiche più temute dell’intera carriera scolastica: l’Esame di Stato.
Proveremo a dare delle indicazioni strategiche di studio per superare al meglio tali prove.
La strategia di studio proposta è fondata sul metodo americano “SQ3R”:
– Survey
– Questions
– 3R= reading, repeating and reviewing
La prima tecnica da metter in atto durante la preparazione di un esame è quella di passare velocemente in rassegna il materiale di studio al fine di iniziare a farsi un’idea dei contenuti e della mole di lavoro che attende.
La seconda fase consiste nella lettura accurata del testo. Non ha alcun senso e, soprattutto, non serve arrivare di fretta all’ultima pagina del libro se non si hanno chiari tutti gli argomenti da studiare e memorizzare. Il metodo migliore per uno studio a lungo termine è proprio quello di memorizzare un concetto per poi richiamarlo alla mente, qualche minuto dopo, a libro chiuso. È anche necessario sottolineare soltanto i concetti più importanti. Sottolineare tutto il libro non serve a niente!
La terza fase prevede un lavoro di sintesi ad ogni fine unità didattica o capitolo attraverso schemi e riorganizzazione di quanto letto.
Alla fine di questo lavoro, è importante porsi alcune domande: “Quale concetto, l’autore, sta cercando di trasmettere? Qual è la mia opinione personale in merito? Quali prove possono esser rintracciate a sostegno della sua tesi?”.
Il commento del testo serve ad una elaborazione dei contenuti, migliorando la comprensione e la memorizzazione a lungo termine dei concetti.
Un ultimo importante consiglio è quello di esercitarsi ad esporre verbalmente quanto studiato. Il più delle volte, infatti, la conoscenza dell’argomento non corrisponde necessariamente alla capacità di parlarne con buona proprietà di linguaggio.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *