L’importanza della Gratitudine

David Brooks, columnist del New York Times, scrive che noi uomini contemporanei spinti ad essere autosufficienti e padroni del nostro destino abbiamo dimenticato uno dei collanti sociali più importanti: la gratitudine.

Brooks descrive quanto sia importante essere persone in grado di provare gratitudine portando se stesso come esempio. Descrive infatti come lui si sia spesso sentito innervosito dagli alberghi di lusso, proprio perché aveva sempre aspettative alte sul servizio e trovandosi poi invece a combattere con bagni pregiatissimi muniti, ad es. di docce imperscrutabili.

Brooks afferma di essersi reso conto di stare molto meglio in motel economici dove si aspettava di meno, dove il fatto che tutto funzionasse fosse del tutto inaspettato.

Questo piccolo esempio viene riportato come prova del forte impatto che le aspettative hanno sul nostro stato d’animo e di conseguenza sulle nostre emozioni.

Ed in effetti se ci pensiamo bene è vero quando non ci aspettiamo nulla tutto quello che arriva ci sorprende ci apre il cuore e ci induce a provare gratitudine.

Brooks afferma che si prova gratitudine per un gesto che supera le aspettative per una gentilezza non dovuta.

E’ anche vero però che c’è chi nel corso della vita ha provato gratitudine in determinate occasioni e chi invece è “grato di natura”, chi rimane sempre sensibile alla cortesia altrui, alle piccole gentilezze.  Queste persone non danno mai nulla per scontato e rimangono sempre piacevolmente impressionati da un piccolo elogio, dal successo altrui ed anche semplicemente da una bella giornata di sole.

Le persone grate di natura sono persone presenti a se stesse che vivono con pienezza il presente. Chi è grato tiene in grande considerazione quello che gli altri hanno fatto per lui: i genitori, gli amici e non è mai turbato dall’idea di dover dipendere dagli altri. I grati di natura pensano di ricevere sempre più di quanto danno e grazie a questo presupposto sono liberi dalla logica dello scambio alla pari, loro danno a priori.

La grande psicologa Melanie Klain diceva che la gratitudine è l’unica forma di pensiero che permette di superare l’invidia lasciando vivere sereni gli individui.

G.K. Chesterton scrisse che i ringraziamenti sono la massima forma di pensiero mentre la gratitudine è raddoppiata dalla sorpresa.

Brooks conclude il suo articolo affermando che: i grati di natura danno grande importanza al proprio impegno, ma non a se stessi. La vita non supera i loro sogni ma, va ben oltre le loro aspettative.

Image courtesy of Stuart Miles / FreeDigitalPhotos.net.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *